Quando la diversità fa cultura (e non paura). Studenti e insegnanti in campo con il videoconcorso “Uno spot per il dialogo 2016”.

Uno spot per il dialogo 2016

Comunicato stampa

Lunedì 25 gennaio 2016 parte il concorso nazionale “Uno spot per il dialogo 2016”.

Obiettivo: favorire l’interazione e il confronto tra giovani studenti italiani e stranieri, attraverso la creatività e l’uso delle nuove tecnologie. I recenti atti terroristici e il crescente flusso di profughi hanno creato nuovi pregiudizi e rafforzato vecchi stereotipi, diffondendo un sentimento di indifferenza o di ostilità verso lo “straniero” in generale. La scuola, luogo di formazione per eccellenza, può contribuire a rafforzare il dialogo e la comprensione e favorire il superamento dei preconcetti.

Lo strumento? Una campagna di comunicazione sul web con i video spot prodotti dagli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che parteciperanno al concorso “Uno spot per il dialogo 2016”.

Una giuria, composta da giornalisti, insegnanti ed esperti in comunicazione sociale e multimediale, premierà con tablet, smartphone, targhe e con la divulgazione delle opere su un canale YouTube e sui siti di media e social, i primi cinque classificati.

Iscrizioni: dal 25 gennaio al 11 marzo 2016 (pre-iscrizione); termine invio dei video spot il 30 marzo 2016.
Regolamento e modulistica in www.formazionewebtv.it .

Il concorso è organizzato da Progetto ImmigrazioneOggi (www.progettoimmigrazioneoggi.com), PROGETTO DOMANI: CULTURA E SOLIDARIETÀ (www.prodocs.org) e Studio Immigrazione srl (www.studioimmigrazione.it ).

Al concorso si affianca un progetto di formazione per docenti delle scuole secondarie, con accredito dal MIUR, consistente in sei moduli trasmessi in diretta live streaming da marzo a maggio su comunicazione interculturale, dialogo interreligioso ed immigrazione.

Info e regolamento: www.formazionewebtv.it